Tre stranieri rapiti in Siria

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Un ingegnere italiano che lavorava in un'acciaieria vicino Tartus, in Siria, è stato rapito nei giorni scorsi anche se la notizia si è appresa solo oggi. Lo conferma il Ministero italiano degli affari esteri. É stato sequestrato insieme a due colleghi di altre nazionalità, sostengono le fonti della Farnesina.

Il Ministro degli esteri Giulio Terzi sta seguendo la vicenda attraverso l'Unità di Crisi. «In tutti questi casi l'incolumità del connazionale è la nostra priorità assoluta ed è indispensabile tenere il massimo riserbo».

«Stiamo lavorando con il massimo impegno», ha inoltre sottolineato il ministro.

Condividi