È morto Benedetto Bonaglia

Lo si ricorda in particolare per la sua attività politica a Lugano, dove è anche stato vicesindaco

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

È morto lunedì l'ingegnere Benedetto Bonaglia. Imprenditore e politico ticinese PLR che è in particolare stato politicamente attivo a Lugano, prima come consigliere comunale e poi come municipale.

Lo si ricorda per diverse questioni, tra cui la discussione sul futuro dello stabile dell'ex Ospedale Civico (oggi sede dell'università) e la partenza della collezione Von Thyssen da Villa Favorita (era delegato dal Municipio per le trattative per il mantenimento delle opere a Lugano). È inoltre stato lui a rendere possibile l'arrivo della collezione Brignoni a Villa Heleneum.

Nato nel 1938, è stato parte della politica luganese dal 1976 al 1988. Nel 1984 ha anche sfidato Giorgio Giudici per la poltrona di sindaco. Per una legislatura è stato vicesindaco.

Non è comunque stato soltanto un politico: lo si ricorda anche come membro del Comitato della CORSI, presidente della RiRi SA di Mendrisio e dell'Associazione delle industrie ticinesi.

In qualità di presidente della Civica Filarmonica di Lugano, nel giugno 1991 ha inoltre organizzato la Festa federale di musica.

Red.MM
Condividi