Non cambierei mestiere...
Non cambierei mestiere... (keystone)

“Agricoltore è bello”

Lo ricorda l’Unione contadini ticinese, impegnata in prima linea nella promozione della professione

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Le persone attive nel settore primario in Ticino sono sempre meno, così come le aziende. Per contrastare questa tendenza in atto da anni, le istituzioni, tra cui l'Unione contadini ticinesi (UCT), hanno lanciato una serie di iniziative e progetti per avvicinare in particolar modo i giovani alla professione.

“Offriamo ai ragazzi soprattutto l'opportunità di avvicinarsi fisicamente a questa professione”, ricorda Sem Genini, segretario agricolo dell’UCT che aggiunge: “tra le tante iniziative ricordo La scuola in fattoria, Agriviva, progetti pensati per permettere ai futuri contadini di conoscere meglio le opportunità che questo mestiere offre”.

Opportunità che, è stato anche ricordato in più occasioni non solo recentemente, sono diverse da quelle del passato: non solo agricoltura e allevamento ma pure agriturismo, con nuovi scenari di sviluppo e crescita. Malgrado questi aspetti e l’impegno profuso da chi sostiene questa attività, nel 2013 sono stati solo 19 coloro che hanno deciso di iniziare questo apprendistato a sud delle Alpi.

CSI/bin

Condividi