Immagine d'archivio
Immagine d'archivio (TiPress)

“Mascherine obbligatorie”

Oltre 500 medici ticinesi chiedono al Governo con una lettera di imporre l’uso dei dispositivi di protezioni nei luoghi chiusi

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Sono 519 i medici ticinesi che chiedono al Consiglio di Stato di imporre l’obbligo di portare la mascherina anche nei grandi magazzini, nei bar, nei ristoranti e nei luoghi chiusi e uffici.

CSI 18.00 del 04.08.2020 - Il servizio di Roberto Porta
CSI 18.00 del 04.08.2020 - Il servizio di Roberto Porta
 

L’appello, diffuso martedì dall’Ordine dei medici del cantone Ticino, intende richiamare l’attenzione del Governo sui rischi di una possibile seconda ondata pandemica e sottolinea inoltre la necessità di chiarire alcune norme sull’utilizzo dei dispositivi di protezione.

“Le mascherine sono utili non per proteggere sé stessi, ma per proteggere gli altri dalle proprie goccioline e, se tutti le indossano, l’effetto è di avere meno goccioline nell’aria e quindi meno possibilità di trasmissione del virus. Questo è soprattutto importante per le persone asintomatiche, che tuttavia sono infette e potenzialmente infettive” si legge nella nota.

Seconda ondata?

Seconda ondata?

TG 20 di martedì 04.08.2020

 
YR
Condividi