Chiara Ferrazzo, capo equipe dell’Organizzazione Sociopsichiatrica cantonale (©Tipress)

"Accoglienza e rassicurazione"

E' quanto offre la hotline di sostegno psicologico a disposizione degli operatori del settore sanitario e della popolazione ticinese

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

“Fondamentalmente forniamo accoglienza e rassicurazione”. Sono parole di Chiara Ferrazzo, capo equipe dell’Organizzazione Sociopsichiatrica cantonale, intervistata dalla RSI sulla hotline di sostegno psicologico a disposizione degli operatori del settore sanitario e della popolazione in questi giorni di emergenza covid. Un servizio già molto sollecitato dopo pochi giorni di attività.

“Circa due terzi delle telefonate provengono dalla popolazione mentre l’altro terzo sono persone che lavorano nel settore sanitario. Un’utenza direi molto eterogenea: ci hanno chiamato persone che erano molto agitate, altre angosciate, alcune depresse. Si stanno sviluppando disagi legati ad ansia, attacchi di panico, demoralizzazione, incertezze, difficoltà relazionali con partner e anche domande relative alla genitorialità”.

L'importante servizio, lo ricordiamo, è raggiungibile chiamando lo 0800 144 144.

Ascolta l’intervista integrale a Chiara Ferrazzo nel file audio in apertura di pagina.

Condividi