Cittadini alle urne nel weekend in svariati comuni ticinesi (Ti-Press)

Aggregazioni alle urne

Bedano dice sì mentre Gravesano la boccia. A Maroggia, Melano e Rovio vincono i sì, ma Arogno è di parere contrario

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Questo weekend ha visto svolgersi in Ticino svariate votazioni consultive riguardanti possibili aggregazioni tra comuni.

Nel caso dell’eventualità di unire i comuni di Bedano e Gravesano in un unico comune denominato Medio Vedeggio, a Bedano hanno approvato la fusione con 532 voti a favore (l'80% del totale) e 133 contrari. Dieci sono state le schede bianche, quattro le nulle e la partecipazione al voto è stata del 65,10%. Di parere opposto sono stati invece i cittadini di Gravesano (partecipazione al 62,58%), che hanno bocciato l’aggregazione con 311 no e 249 sì (sette schede bianche).

Sommando i risultati dei due comuni, come evidenzia la Cancelleria dello Stato in un suo documento, le schede favorevoli sono state 781, contro 444 pareri negativi.

Dal canto loro, i cittadini di Arogno, Maroggia, Melano e Rovio si sono recati alle urne per la votazione consultiva sull’aggregazione tra questi comuni e per scegliere la denominazione (tra "Val Mara" e "Basso Ceresio") nel caso di un risultato favorevole.

A Maroggia i cittadini hanno accolto l’idea con 155 sì  (il 63,27%), 90 no, due schede bianche e sette nulle (partecipazione: 64,80%), come pure i favorevoli sono stati la maggioranza a Melano (373 sì, pari al 66,98%, 179 no, cinque schede bianche, una nulla e partecipazione al 60,71%) e a Rovio (246 sì - il 63,08% -, 144 no, cinque schede bianche, due nulle e partecipazione del 69,82%).

Ad Arogno i contrari (278, il 53,26%) hanno invece avuto la meglio sui favorevoli (244), con quattro schede bianche, sei nulle e la partecipazione al 70,56%. In totale, la Cancelleria dello Stato segnala che i favorevoli sono stati 998, mentre hanno detto no 691 aventi diritto di voto.

Il commento delle autorità cantonali

Il Dipartimento delle istituzioni domenica ha precisato che per quanto riguarda l’aggregazione tra Bedano e Gravesano, si riconosce l’esito della consultazione “che segna l’abbandono del progetto voluto dalle autorità politiche. Alla luce del risultato”, si rileva, “i due comuni continueranno a operare con l’assetto attuale”.

In relazione ai comuni di Arogno, Maroggia, Melano e Rovio, il Dipartimento delle istituzioni dichiara invece di aver “preso atto della decisione popolare su un progetto nel quale le quattro realtà politiche hanno creduto. Non avendo ottenuto l’unanimità dei Comuni del comprensorio, prossimamente sarà necessario analizzare i diversi scenari tenuto conto delle condizioni di legge”.

EnCa
Condividi