La sede di Lugano dell'USI
La sede di Lugano dell'USI (Ti-Press)

Alla ricerca ticinese 19 milioni

L'Europa ha finanziato progetti in diverse istituzioni a sud delle Alpi; fondi a USI, IRB, IOR e SUPSI

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il Ticino, in dieci anni, ha ricevuto 19 milioni di euro dall'UE per la ricerca. Lo comunica mercoledì l'Università della Svizzera italiana (USI).

Ma andiamo con ordine. Su iniziativa della commissione europea, nel 2007 è stato costituito il consiglio europeo della ricerca (ERC), che nell’ambito dei programmi quadro dell’UE assegna fondi di ricerca a ricercatori in tutta Europa - inclusi i paesi non membri come la Svizzera – al fine di promuovere la ricerca scientifica di punta.

Dal 13 al 19 marzo si celebrano i dieci anni degli ERC Grant, diventati il simbolo dell’eccellenza scientifica dell’Europa nel mondo e anche nella Svizzera italiana, dove finora sono stati conferiti tredici finanziamenti per un totale che, come detto, supera i 19 milioni di euro.

I beneficiari sono ricercatori attivi in diverse istituzioni della nostra regione: all’Istituto di scienza computazionale (Facoltà di scienze informatiche, USI), all’Istituto di ricerca in biomedicina e all’Istituto oncologico di ricerca (IRB, IOR, entrambi affiliati all’USI) e all’Istituto dalle Molle di studi sull'intelligenza artificiale (affiliato all’USI e alla SUPSI).

joe.p.

Condividi