Immagine d'archivio (Ti-Press)

Ascona, mascherina obbligatoria all'aperto

La misura è stata annunciata martedì sera dal sindaco Luca Pissoglio: è il primo comune in Ticino

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il Municipio di Ascona ha deciso nel pomeriggio di martedì di rendere obbligatorio l’uso della mascherina all’aperto in tutto il nucleo e al parco giochi Parsifal. Come riporta il Corriere del Ticino sulla sua pagina online, è stato il sindaco stesso, Luca Pissoglio, a comunicarlo in serata. La decisione è giunta vista la situazione pandemica e dell’avvicinarsi della stagione turistica.

Nelle scorse settimane, infatti, il lungolago della conosciuta cittadina sul Lago Maggiore è stato preso d’assalto, complice anche il bel tempo. Il provvedimento entrerà in vigore la prossima settimana e rimarrà attivo fino a data da convenire.

Decisioni in corso per altri Comuni

Anche in altri Municipi la discussione è in corso. Nell'ottica di frenare la trasmissione del Covid-19, i comuni ticinesi si appellano all'Ordinanza in vigore per stabilire misure più severe riguardo all'obbligo della mascherina negli spazi aperti dei centri urbani. Ovvero dove ci sarà maggior afflusso di gente, soprattutto con l'arrivo delle ferie pasquali.

Martedì, Locarno ha deciso il posizionamento di cartelloni per le strade al fine di sensibilizzare i turisti all'utilizzo della mascherina. Anche Lugano sta pensando ad allargare questa misura negli spazi esterni più gettonati. Per il vicesindaco Michele Bertini non è chiaro se l'autorità può ordinare il porto della mascherina alla popolazione all'aria aperta e si attendono dunque risposte a livello giuridico in vista della seduta di giovedì. A Bellinzona, invece, martedì la discussione non era stata ancora aperta, si continua piuttosto a puntare sulla prevenzione.

L.D.
Condividi