Il volantino apparso a Lugano
Il volantino apparso a Lugano (RSI)

Bello Figo, un secondo pentito

Si è costituito giovedì un 20enne del Luganese, ultrà della squadra cittadina. Prospettato il reato di coazione

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Si è costituito oggi, giovedì, anche il secondo autore dell'azione intimidatoria nei confronti della discoteca Wknd di Lugano, dove avrebbe dovuto suonare il cantante italiano Bello Figo.

Si tratta dell'amico del primo ventenne costituitosi martedì sera e, come lui, ha la stessa età, è del Luganese e appartiene alla tifoseria organizzata della squadra di calcio cittadina. Tifoseria che ieri aveva tuttavia preso le distanze dall'operazione. E le similitudini non finiscono qui, perché anche il secondo autore del volantino intimidatorio avrebbe mostrato profondo pentimento. Ha inoltre spiegato come i simboli stampati sullo scritto incriminato (tra i quali una svastica) siano stati in realtà "utilizzati per fare scena".

Il procuratore generale John Noseda avrebbe prospettato ai due giovani unicamente il reato di coazione, ma non quello di minaccia.

Quot/dielle

Dal Quotidiano:

Condividi