Speziali, Dadò, Riget e Bignasca
Speziali, Dadò, Riget e Bignasca (tipress)

Chiaro chi vince, ma chi perde?

Un primo bilancio dopo lo spoglio delle schede per gli esecutivi con i commenti di Speziali, Riget, Dadò e Bignasca

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Chi vince l’elezione della pandemia? Il PLRT, la sinistra e le liste civiche.

I liberali segnano un eccellente +10. “Il progetto è iniziato con Rocco Cattaneo. Io lo sto continuando. La presidenza deve pensare a quelle dopo e lasciare in eredità un partito in fase di continua evoluzione. Forze nuove. Energie fresche. E soprattutto un’interpretazione aggiornata e moderna dei bisogni dei cittadini. Questa è la sfida principale. E stavolta sembra che abbiamo cambiato marcia”, ha commentato raggiante il presidente Alessandro Speziali. Il PLR si è confermato a Locarno con Alain Scherrer, Nicola Pini e Davide Giovannacci. A Mendrisio oltre al sindacato di quindicina con Samuele Cavadini ha conquistato anche la maggioranza relativa in Municipio. E a Bellinzona è riuscito a confermare i tre seggi e con Simone Gianini potrebbe anche andare al ballottaggio e cercare di riprendersi la poltrona di Mario Branda (PS). Il PLR ha però tra le mani anche la patata bollente di Lugano: il partito è spaccato in due su diversi temi strategici come l’aeroporto ed il PSE, l’elettorato ha disertato le urne ed il presidente sezionale Guido Tognola è dimissionario.

Prima della pandemia l’onda rosso/verde stava cambiando parecchi equilibri politici. Ebbene: il virus l’ha forse un po’ rallentata, ma non l’ha fermata. Anzi: l’area a questo giro segna un +8. “Il nostro obiettivo è quello di crescere come fronte rosso/verde, per una politica più attenta ai bisogni dei cittadini e dell’ambiente”, ha detto la co-presidente Laura Riget. Detto-fatto. A Locarno, accanto alla socialista Nancy Lunghi, è entrato in Municipio pure l’ecologista Pier Zanchi, il primo Verde della storia a sedere nell’esecutivo di una città ticinese. Simbolico pure il successo dell’ex presidente del PS Igor Righini, sindaco di quindicina nella sua piccola Pollegio.

E chi perde? PPD e Lega/UDC. Per i popolari democratici la débâcle con quell’impietoso -15 è davvero senza appello. E uno dei pochi motivi per sorridere è la buona elezione di Filippo Lombardi a Lugano che ha permesso al partito di salvare il seggio nella maggiore città del cantone. "A volte si sale, altre si scende. La situazione nei comuni è sempre un po' fluida: dipende dal momento e dalle persone in gioco", ha commentato il presidente Fiorenzo Dadò, cercando di gettare acqua sul fuoco. Ma l’impressione è che il problema sia più profondo e abbia una spiegazione in parte anche generazionale: il PPD è un partito “vecchio”.

L’area di destra perde 9 seggi negli Esecutivi. Ma in Via Monte Boglia ci sono anche parecchi motivi per festeggiare. Marco Borradori, Michele Foletti e Lorenzo Quadri a Lugano hanno stra-dominato. Inoltre il movimento conferma le poltrone nei Municipi delle altre città del cantone: a Bellinzona con Mauro Minotti, a Mendrisio con Daniele Caverzasio, a Locarno con Bruno Buzzini e a Chiasso con Roberta Pantani Tettamanti. “Se questo è perdere, fateci perdere sempre così”, ha infatti commentato il coordinatore Boris Bignasca.

Infine una considerazione sulle liste civiche: nascono come coalizione di forze di minoranza o come alleanze di protesta contro il sistema partitico tradizionale. Oggi in Ticino sono però più che altro delle liste legate ad una personalità forte, come Stefano Gilardi a Muralto, Giorgio Pellanda a Centovalli o Moira Medici a Cevio. E oggi, con un +8, sono ormai un fenomeno consolidato.

Joe Pieracci

Bellinzona, Branda tallonato e tre volti nuovi

Bellinzona, Branda tallonato e tre volti nuovi

Il Quotidiano di lunedì 19.04.2021

Locarno, PPD perde un seggio a favore dei Verdi

Locarno, PPD perde un seggio a favore dei Verdi

Il Quotidiano di lunedì 19.04.2021

I commenti dei presidenti dei partiti

I commenti dei presidenti dei partiti

Il Quotidiano di lunedì 19.04.2021

Presenza femminile in crescita

Presenza femminile in crescita

Il Quotidiano di lunedì 19.04.2021

Ticino, elezioni comunali

Ticino, elezioni comunali

TG di lunedì 19.04.2021

 
Condividi