Immagine d'archivio (©Tipress)

Comuni, sarà compromesso

Per il Gran consiglio è ricevibile ma verrà congelata l'iniziativa presentata da una sessantina di Enti locali che chiedeva di cancellare il contributo dei comuni al risanamento delle finanze cantonali

L’iniziativa elaborata presentata circa un anno fa da una sessantina di enti locali ticinesi è ricevibile. Lo ha deciso martedì mattina il Gran Consiglio ticinese all’unanimità.

Il testo, che chiedeva di fatto di cancellare i 25 milioni di contributi dei comuni al risanamento delle finanze cantonali, è stato però parcheggiato in attesa della riforma Ticino 2020, che regolerà i rapporti tra gli organi istituzionali. Questa dovrà essere presentata al più tardi entro marzo 2021.

La decisione è stata presa alla luce del compromesso proposto dal Governo durante la recente seduta extra-muros, che prevede di congelare sull’arco di due anni le pretese dell’Esecutivo nei confronti degli Enti locali.

 

Condividi