Rancate, accusati di omicidio colposo

Il Quotidiano di lunedì 04.07.2022

Due indagati per il mortale di Rancate

Il motociclista con cui viaggiava la 36enne e l’automobilista che l’ha investita sono accusati di omicidio colposo

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Gli inquirenti, coordinati dal procuratore pubblico Simone Barca, sono al lavoro per ricostruire la dinamica dell’incidente mortale avvenuto domenica mattina sulla A2, all’altezza di Rancate, quando una 36enne italiana domiciliata nel Mendrisiotto è rimasta travolta da un’auto dopo essere caduta dalla moto su cui viaggiava assieme a un conoscente.

Il 43enne (pure della zona) ha dichiarato che la donna stava cercando di sistemarsi sulla sella. Aveva appena spostato le mani dal serbatoio della moto ai suoi fianchi. Qualche istante dopo è finita sull’asfalto. All’improvviso, senza nemmeno tentare di aggrapparsi a lui. Come mai? Un malore? Un colpo di sonno? Altro? Il motociclista – risultato negativo al test dell’alcol – si è subito fermato sulla corsia di emergenza, ma ormai era tardi: la vettura l’aveva già investita.

Un'immagine scattata sul luogo dell'incidente
Un'immagine scattata sul luogo dell'incidente (Tipress)

Ora sia lui, sia l’automobilista (una 23enne del Comasco) sono sotto inchiesta. Per entrambi l’accusa è omicidio colposo. Questa, almeno, l’ipotesi iniziale. Toccherà proprio alle indagini accertare le loro eventuali responsabilità dal profilo penale.

Francesco Lepori
Condividi