Si è spento all'età di 89 anni il professor Romano Broggini
Si è spento all'età di 89 anni il professor Romano Broggini

E' morto Romano Broggini

Figura nota in tutto il cantone per le sue molteplici attività, il professore si è spento venerdì

  • Ascolta
  • Stampa
  • Condividi
  • a A

E’ morto venerdì mattina, a causa di una malattia incurabile, Romano Broggini, figura notissima a Bellinzona, dove risiedeva, e in tutto il cantone Ticino per i suoi molteplici ruoli di insegnante, di giornalista e di attento osservatore della vita politica cantonale.

Romano Broggini, classe 1925 era nato a Locarno. Originario di Losone dopo aver conseguito la maturità federale al collegio Papio di Ascona nel 1944 ha studiato filologia romanza all’Università di Friborgo ottenendo il dottorato in lettere.  Dopo un periodo trascorso a Basilea ha perfezionato i suoi studi a Firenze e a Milano.

Lunga la sua attività didattica iniziata nel 1951 come docente al ginnasio di Biasca, per poi passare, prima, alla Scuola cantonale di commercio di Bellinzona, poi al Liceo cittadino di cui è anche stato direttore tra il 1974 e il 1981. Negli anni Ottanta Broggini è stato attivo e appassionato docente all’Università di Pavia.

All’insegnamento Broggini ha affiancato l’attività giornalistica per diversi media ticinesi, e pure è stato redattore del Vocabolario dei dialetti della Svizzera italiana. Presidente del circolo di cultura di Bellinzona, di quello cantonale, della Federazione docenti ticinesi,  dottore honoris causa dell’Università di Zurigo, consigliere comunale di Bellinzona, Romano Broggini è stato anche autore di numerose opere librarie sui temi più disparati. Negli ultimi anni, lasciato l’insegnamento per la meritata pensione,  si era dimostrato appassionato osservatore della vita politica ticinese e impegnato sui temi dell’elettricità e delle acque.

Red.MM/Swing

Condividi