Particolarmente sollecitato l'ospedale cantonale di Coira
Particolarmente sollecitato l'ospedale cantonale di Coira (KSGR)

Grigioni, la situazione non migliora

Le autorità sanitarie cantonali in un giorno hanno registrato un altro decesso per Covid-19, 4 ricoveri e 165 contagi

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La situazione sul fronte del coronavirus non accenna a migliorare nei Grigioni e dopo una settimana si è registrato anche un altro decesso a causa del Covid-19. È il 206esimo dall'inizio della pandemia.

 

Lo si è appreso martedì mattina dall'aggiornamento quotidiano diffuso dalle autorità sanitarie cantonali che fa stato anche dell'aumento da 34 a 38 del numero delle persone ricoverate negli ospedali, mentre le nuove positività emerse nell'arco di 24 ore sono state 165. Un dato che è di oltre il 50% superiore a quello di una settimana fa.

 

Martedì entrano in vigore le nuove misure di contenimento decise per le scuole nelle zone in cui stanno emergendo il maggior numero di nuovi contagi. Nelle regioni Imboden, Landquart, Moesa, Plessur, Prettigovia, Surselva e Viamala (tutte ad eccezione di Engadina Alta e Bassa, Bregaglia e Bernina) vigerà l'obbligo della mascherina a partire dalla terza classe elementare per tutte le persone presenti nelle aree degli istituti. Inoltre nelle regioni Imboden (Domat/Ems), Landquart e Plessur (Coira) i test di gruppo saranno effettuati due volte alla settimana, anziché una.

 

Le disposizioni in vigore da martedì si applicheranno fino a Natale con l'obiettivo di proseguire l'insegnamento in presenza. A fine dicembre la situazione sarà rivalutata e il cantone deciderà in merito all'ulteriore procedura.

Diem
Condividi