Il passo successivo è il sequenziamento del virus (tipress)

Il Ticino cerca le varianti

L’EOLAB ha iniziato le analisi specifiche per identificare la mutazione del nuovo coronavirus

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Anche in Ticino è ora possibile identificare la mutazione che caratterizza le varianti di nuovo coronavirus. Il laboratorio dell'ente ospedaliero cantonale, EOLAB, si è attrezzato ed ha iniziato stamattina ad eseguire un test specifico, che permette di scoprire – in tempi relativamente brevi- se un caso di positività al Covid-19 è da ricondurre o meno a un virus mutato.

Enos Bernasconi, responsabile del servizio malattie infettive dell'Ente ospedaliero cantonale, conferma che si è partiti questa mattina con le prime analisi specifiche. “Da oggi i colleghi di laboratorio – ha dichiarato- ha iniziato a fare lo screening di tutti i campioni di ieri, quindi avremo probabilmente già in giornata un’informazione sulla presenza o meno di una delle varianti circolanti nei campioni ticinesi. I test trovano una mutazione particolare nel genoma del virus, presente sia nella variante inglese (che è quella che sembra circolare in Ticino in questo momento) sia in nelle varianti sudafricana e brasiliana. Il test che risulta positivo indica quindi che siamo confrontati con una di queste nuove varianti”.

Il passo successivo, per scoprire di quale variante si tratti di preciso, è il sequenziamento del virus che però al momento viene effettuato per pochi casi. “Il Ticino – conclude Bernasconi- si sta comunque attrezzando anche per eseguire in loco questo tipo di analisi”.

Attrezzati per scovare le varianti

Attrezzati per scovare le varianti

Il Quotidiano di martedì 19.01.2021

 
Romina Lara
Condividi