(© Keystone - ATS / Ti-Press / Samuel Golay)

Il Ticino valuta la mascherina obbligatoria

Raffaele De Rosa proporrà al Consiglio di Stato di reintrodurre l'uso nei luoghi accessibili al pubblico e nelle manifestazioni al chiuso

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

"Intendiamo sottoporre ai colleghi del Consiglio di Stato la reintroduzione dell'uso obbligatorio della mascherina nei luoghi chiusi accessibili al pubblico e per le manifestazioni al chiuso in aggiunta all'obbligo del certificato Covid". Lo ha anticipato il direttore del Dipartimento della sanità e socialità del canton Ticino, Raffaele De Rosa, a proposito delle possibili nuove misure da introdurre per affrontare il peggioramento della situazione pandemica. La proposta sarà messa sul tavolo nella seduta di Governo di mercoledì e a quel punto si deciderà anche l'eventuale tempistica.

Escluse invece al momento restrizioni ad hoc per le persone non vaccinate (il cosiddetto "2G" che prevede più libertà per vaccinati e guariti). "Al momento queste misure non sono sul tavolo", fa sapere De Rosa. "Riteniamo estremamente importante agire preventivamente adottando la misura giusta al momento giusto, come nel caso della mascherina obbligatoria nei luoghi chiusi. Abbiamo notato che con l'arrivo dell'inverno e la diminuzione delle temperature c'è un aumento delle frequenze degli scambi al chiuso che probabilmente è anche all'origine dell'aumento dei contagi e dei ricoveri", osserva il consigliere di Stato ai microfoni della RSI.

Durante il fine settimana, in Ticino si sono registrati 344 nuovi contagi, con due decessi e quattro ricoveri in più per Covid negli ospedali.

SEIDISERA/eb
Condividi