Il tunnel sparito in poche ore

La nuova galleria FFS al Dragonato di Bellinzona è finita. Un altro tassello verso l'apertura del M. Ceneri

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La vecchia galleria in pietra al Dragonato che dal 1874 permetteva la circolazione dei treni tra Bellinzona e Giubiasco è sparita. Ora c'è un moderno manufatto in calcestruzzo, costruito direttamente attorno al tunnel ottocentesco mantenendo in esercizio la linea, senza particolari ripercussioni per il traffico.

Il cantiere sotto la strada che porta all'ospedale San Giovanni era partito nel 2016. L'ultima, delicata, fase si è svolta negli ultimi due weekend con la demolizione della vecchia opera e la finitura della nuova volta. Lavori che hanno richiesto la soppressione di tutti i collegamenti tra le due stazioni durante gli ultimi due fine settimana; 48 bus hanno operato 336 corse.

La nuova galleria "Dragonato" è un'ulteriore tappa verso la completazione del corridoio che consentirà ai treni di circolare da Chiasso a Basilea trasportando container con un’altezza agli angoli di 4 metri. Inoltre è un passo fondamentale per garantire l’offerta regionale, nazionale e internazionale dopo l'apertura della galleria di base del Monte Ceneri nel 2020.

Diem
Condividi