Il risultato finale assomiglierà a questo (città di Lugano)

Il volto del polo sportivo

Lugano entra nei dettagli del progetto a Cornaredo e al Maglio, chiesti crediti per 14 milioni per la progettazione. Stadio da 10'000 posti nel 2023

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il polo sportivo e degli eventi di Lugano, nel nuovo quartiere di Cornaredo, fa un nuovo passo avanti: il Municipio ha licenziato giovedì il messaggio con cui chiede quattro crediti per complessivi 14 milioni di franchi: 9,39 milioni per l'affinamento progettuale fino alla fase di autorizzazione, un milione per la progettazione del comparto a sud di Cornaredo con una nuova pista d'atletica, 3,3 milioni per disegnare il nuovo centro sportivo e ricreativo in zona al Maglio a Canobbio e 300'000 franchi per aggiornare il piano di quartiere.

 

Le nuove strutture comprenderanno il nuovo stadio da 10'000 posti adeguato per le competizioni internazionali, che apparterrà alla Città ma sarà gestito da una società privata di proprietà del FC Lugano.

CSI 18.00 del 28.11.2019 La diretta di Pervin Kavakcioglu
CSI 18.00 del 28.11.2019 La diretta di Pervin Kavakcioglu
 

La procedura di licenza edilizia dovrà partire per l'estate 2021, come concordato con la Swiss Football League, la realizzazione dovrebbe essere completata prima della fine del 2023. Provvisoriamente, per le stagioni durante il cantiere, con due tribune coperte lato sud e nord in sostituzione della Monte Brè si raggiungerà una capienza di 6'400 posti.

Così al Maglio
Così al Maglio (città di Lugano)

Previsti inoltre un palazzetto dello sport da 4'000 spettatori al massimo, che ospiterà basket, volley, ginnastica, scherma, ma anche eventi e spettacoli, e un nuovo stabile amministrativo con posti per 361 collaboratori, un centinaio dei quali ora in centro. Le strutture al Maglio, che si stima costeranno 23 milioni e permetteranno di riqualificare un'area di 100'000 m2, dovrebbero essere pronte per il 2021, in linea con l'inizio del cantiere del polo sportivo e degli eventi.

Le tempistiche
Le tempistiche (città di Lugano)

Il PPP

Il modello di partenariato fra pubblico e privato che è stato scelto prevede che i privati partecipino allo sviluppo, finanzino e realizzino le strutture, che resteranno di proprietà del Comune. Il concorso ha permesso di individuare due investitori. Arena e palazzetto saranno messi a disposizione dell'ente pubblico pronti all'esercizio - di fatto un leasing in cambio di un'indennità in rate annue su un quarto di secolo - gli uffici invece consegnati per un contratto di locazione di 25 anni, rinnovabile due volte per 10 anni ciascuna. L'accordo verrà sottoposto al voto del Consiglio comunale.

Lugano, ecco il progetto di polo sportivo

Lugano, ecco il progetto di polo sportivo

Il Quotidiano di giovedì 28.11.2019

 
pon
Condividi