Foto d'archivio (Ti-Press)

Indagati quattro agenti

Nel 2017, a Cornaredo, un tifoso bianconero venne ferito all’occhio da un proiettile di gomma

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Quattro poliziotti della cantonale sono finiti sotto inchiesta. Le accuse ipotizzate nei loro confronti sono quelle di lesioni colpose gravi e abuso di autorità. I fatti risalgono al 5 agosto 2017, quando le forze dell’ordine entrarono in azione, fuori dallo stadio di Cornaredo, dopo la partita di calcio Lugano-Zurigo.

Un gruppo di ultras bianconeri cominciò a provocare il corteo della squadra avversaria, che scortato dalla polizia stava dirigendosi verso la stazione. Per tenere separate le due tifoserie furono sparati dei proiettili di gomma. Un supporter del Lugano venne ferito all’occhio, riportando danni permanenti (un leggero difetto alla vista, nonché la predisposizione alla cataratta e a problemi di retina).

Di qui la denuncia dell’uomo, rappresentato dall’avvocato Giovanni Augugliaro, che nei giorni scorsi ha indotto il procuratore generale Andrea Pagani a interrogare, in veste di imputati, i due agenti che esplosero i colpi e i loro superiori.

Il quartetto respinge però ogni addebito: il nostro intervento – sostengono – fu reso necessario dalle circostanze. Dal canto suo il comando della polizia cantonale ha preferito non rilasciare dichiarazioni. “Gli accertamenti sono in corso, e come da prassi – ha spiegato il portavoce, Renato Pizolli – non prendiamo posizione.”

Francesco Lepori
Condividi