Ai cittadini l'ultima parola su due iniziative e relativi controprogetti
Ai cittadini l'ultima parola su due iniziative e relativi controprogetti (©Keystone / Ti-Press / Benedetto Galli)

Iniziative al voto popolare

I testi di "prima i nostri" e "basta con il dumping" non sono stati ritirati; il popolo deciderà se approvarle o scegliere i controprogetti

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il Consiglio di Stato ha preso atto che le iniziative popolari “Basta con il dumping salariale in Ticino!” e “Prima i nostri!” non sono state ritirate dai promotori entro il termine di otto giorni dalla pubblicazione delle decisioni parlamentari, avvenuta il 24 giugno. Di conseguenza, esse verranno sottoposte al voto con i controprogetti adottati dal Gran Consiglio nella sua recente seduta di giugno.

Il Consiglio di Stato conferma pertanto che domenica 25 settembre i cittadini ticinesi saranno chiamati ad esprimersi sull’iniziativa popolare legislativa generica del 10 ottobre 2011 “Basta con il dumping salariale in Ticino!”, e relativo controprogetto, nonchè sull’iniziativa popolare costituzionale elaborata del 25 aprile 2014 “Prima i nostri!” e controprogetto parlamentare.

Il medesimo giorno i cittadini saranno chiamati alle urne per decidere anche su tre oggetti di carattere federale.

Swing

Condividi