La Svizzera a piedi da ovest a est

Una nuova avventura per Igor Meroni, dopo il lungo viaggio fino all'Asia in bicicletta nel 2014

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Igor Meroni, il giovane momò che 6 anni fa abbiamo seguito nel suo viaggio in bicicletta da Vacallo a Hong Kong, quest'estate ha deciso di attraversare la Svizzera a piedi dal punto più a ovest a quello più a est. "Un po' per immergermi nella natura e un po' per scoprire un paese che è il mio, il nostro, e che ha tantissimi paesaggi spettacolari da offrire", racconta.

Il 4 agosto ha festeggiato il 33mo compleanno arrivando all'estremità orientale del paese, il monte Cavallaccio nel canton Grigioni, camminando su neve appena caduta.

Era partito da Chancy nel canton Ginevra. Il suo viaggio è durato un mese, durante il quale ha dormito solo quattro volte in un letto e le altre in tenda, e ha percorso 625 chilometri essenzialmente sulla via alpina, superando una ventina di passi e vette e 35'000 metri di dislivello.

Non è sempre andato tutto liscio: la pioggia lo ha accompagnato per la metà del tempo, invadendo anche la sua tenda una notte e costringendolo a uscire nudo, ma gli incontri lo hanno arricchito, come quello con un signore glaronese che parlava... dialetto ticinese e gli ha fornito una scorta di cibo in quel momento vitale.

CSI/pon
Condividi