Legge negozi: "Non si cambia"

La Divisione dell’economia, nonostante il ricorso di UNIA e le polemiche sul proibizionismo, conferma la norma entrata in vigore a inizio 2020

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La nuova legge sugli orari di apertura dei negozi entrata in vigore il 1° gennaio del 2020 "rimane integralmente in vigore". Lo ha comunicato giovedì la Divisione dell’economia, aggiungendo che la decisione va di pari passo con quella del Tribunale federale.

Alcune delle norme introdotte, ricordiamo, non sono piaciute al sindacato UNIA che ha inoltrato ricorso, sostenendo che hanno portato all'aumento della pressione sui lavoratori della vendita al dettaglio.

Al contempo, con un'iniziativa parlamentare, Andrea Censi (Lega dei Ticinesi) e Fabio Käppeli (PLR) hanno chiesto di modificare la nuova legge sugli orari, togliendo il divieto di vendita serale di alcolici.

La legge in breve

Apertura dal lunedì al venerdì fino alle 19.00 (giovedì fino alle 21.00), sabato fino alle 18.30 e domenica fino alle 18.00. Divieto di vendere bevande alcoliche oltre i normali orari d’apertura. Nelle regioni turistiche, per i negozi fino a 200 metri quadrati è possibile aprire quando il diritto federale permette di occupare il personale.

Bleff
Condividi