Il consigliere di Stato si è detto soddisfatto dalla sentenza (Ti-Press)

Legge sui negozi: "Non cambia nulla"

Le spiegazioni di Christian Vitta dopo la sentenza del Tribunale federale: la norma ticinese e il CCL per il settore restano in vigore

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La sentenza del Tribunale federale, che ha giudicato incostituzionali due articoli della legge ticinese sull'apertura de negozi entrata in vigore a inizio 2020, non avrà conseguenze pratiche almeno nell'immediato.

La norma, come già sottolineato dai giudici, resta infatti in vigore. Una decisione accolta con soddisfazione da Christian Vitta, che vede così confermata la legge come era stata proposta.

Il consigliere di Stato sottolinea poi che anche sul contratto collettivo di lavoro per il settore del commercio al dettaglio non ci saranno cambiamenti. L’articolo contestato dal Tribunale federale era quello che legava l’entrata in vigore della legge sui negozi alla sottoscrizione di un CCL.

L’accordo tra le parti, rileva Vitta, ha fatto il suo iter ed è entrato in vigore. Come tutti i CCL, alla sua scadenza le parti negozieranno il rinnovo, ma da questo punto di vista la sentenza non cambia nulla.

 
Seidisera / sf
Condividi