Per multare chi sporca bisogna coglierlo con le mani nel sacco
Per multare chi sporca bisogna coglierlo con le mani nel sacco (© Ti-Press)

Littering, una lotta impari

I centri più piccoli rischiano di non avere agenti sufficienti per applicare la prevista norma cantonale

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Per multare chi sporca il suolo pubblico o imbratta i muri è necessario coglierlo con le mani nel sacco, ma questo rischia di essere un impegno troppo grande per alcuni comuni, che saranno chiamati ad applicare la norma contro il cosiddetto littering fissata dal Consiglio di Stato aggiornando la legge sull’ordine pubblico.

Un’ordinanza simile è già applicata dallo scorso settembre da alcuni centri. Da allora a Lugano sono state distribuite 32 contravvenzioni contro persone sorprese dagli agenti a gettare rifiuti per terra o urinare per strada.

La situazione è però molto diversa a Bioggio e Melide, che hanno pure adottato una norma sul modello di quella luganese. In questi comuni infatti nessuno è ancora stato sanzionato, non perché non vi siano delle infrazioni, ma a causa delle forze di polizia sul campo, che non permettono di dedicare tempo alla caccia agli imbrattatori.

sf

Condividi