Lupo: una presenza sempre più diffusa
Lupo: una presenza sempre più diffusa (Archivio keystone)

Lupo, nuove predazioni in Mesolcina

Undici pecore predate in due attacchi, uno in in Val Curciusa e uno in zona Pizzo di Claro (Alp de Mem)

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La Mesolcina continua a essere una “zona calda” per il lupo: negli ultimi tre giorni ci sono infatti state due nuove predazioni in Alta e Bassa Valle, confermate dall'Ufficio caccia e pesca retico.

Nel primo caso sono state attaccate 5 pecore in Val Curciusa lunedì, nei dintorni del Piz Vignun. Si tratta della stessa zona dove la scorsa settimana sono avvenute altre tre predazioni (17 pecore). La notizia fa inoltre seguito a quella di due giorni fa, con la conferma della nascita di quattro lupacchiotti nel branco Moesola, stabilitosi proprio in Alta Mesolcina e che si è così allargato. La conferma è giunta grazie a una notte di appostamenti e rilievi da parte dei guadiacaccia cantonali.

GrigioniSera 19.00 del 19.07.22: Il branco Moesola si ingrandisce
GrigioniSera 19.00 del 19.07.22: Il branco Moesola si ingrandisce
 

Il secondo attacco è avvenuto ieri (mercoledì) invece nella bassa valle, dove pure è presente un branco stanziale, e ha coinvolto sei ovini, che sono stati predati sul versante calanchino del Pizzo di Claro, all’Alp de Mem. La proprietaria ha riferito dell’attacco sui social network.

Condividi