L'imprenditore è stato preso in consegna dalla Guardia di finanza
L'imprenditore è stato preso in consegna dalla Guardia di finanza (©Ti-Press)

Marco Marenco estradato

L'ex patron della Borsalino, indagato per bancarotta, rischia 20 anni di carcere in Italia

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Marco Marenco, l'ex patron della Borsalino, arrestato lo scorso aprile a Lugano per il crack da 3,5 miliardi di euro di numerose società del settore energetico, è stato estradato giovedì verso l'Italia. L'imprenditore è stato preso in consegna dalla Guardia di finanza e si trova ora nel carcere di Asti.

Marenco è accusato di una lunga serie di reati, tra cui bancarotta fraudolenta, truffa ed evasione fiscale. L'inchiesta, coordinata dalla procura astigiana, è scattata in seguito alle verifiche eseguite dal Nucleo antifrode delle dogane italiane nei confronti delle sue società.

Il manager, domiciliato a Lugano da 8 anni, era rinchiuso da 5 mesi nel penitenziario della Farera. Potrebbe essere condannato a 20 anni di carcere.

ats/ZZ

Condividi