Il Museo farà parte dell'Istituto Santa Caterina a Locarno
Il Museo farà parte dell'Istituto Santa Caterina a Locarno (Archivio TiPress)

Museo di storia naturale: via libera

Il Gran Consiglio ha approvato il credito di 9 milioni e mezzo per la progettazione della nuova struttura che da Lugano si trasferirà a Locarno

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Seconda e ultima giornata di lavori parlamentari oggi a Bellinzona. Il piatto forte era l'approvazione del primo credito per il Museo di storia naturale di Locarno. 

Ed è andata andata proprio come ci si attendeva, con l'ampia approvazione dei 9 milioni e mezzo di credito per la progettazione del nuovo museo che - ricordiamo - da Lugano si trasferirà dunque nel comparto occupato dall'antico monastero di Santa Caterina.

Il via libera parlamentare giunge a oltre tre anni dalla scelta del Consiglio di Stato di puntare su Locarno. Faido e la Leveintina, che avevano rivendicato la struttura, incassano il sostegno di principio del Gran Consiglio per la creazione, nell'ambito del masterplan di sviluppo leventinese, di una sezione alpina del museo.

Per poter visitare il nuovo museo bisognerà però ancora attendere qualche anno. Passati i termini referendari, bisognerà indire il concorso di progettazione, presumibilmente a fine anno, concludere l'iter per la modifica del piano regolatore di Locarno e passare poi alla fase vera e propria di realizzazione del nuovo Museo di storia naturale. Per l'intera operazione è previsto un tetto massimo di spesa di 45 milioni.

Energia e territorio in Gran Consiglio

Energia e territorio in Gran Consiglio

Il Quotidiano di martedì 04.05.2021

 
CSI/redMM
Condividi