L'antenna con il sistema 5G (nella scatola grigia più piccola) presente da un mese e mezzo in Via della Morettina a Locarno (@Ti-Press/Samuel Golay)

Niente 5G al Film Festival

Swisscom rinuncia a testare la nuova tecnologia a Locarno. Doveva essere una prima in Ticino

Il 5G in Ticino non farà il suo esordio in pompa magna durante il Locarno Film Festival. Swisscom ha rinunciato all'esperimento che avrebbe segnato lo sbarco della nuova, contestata, tecnologia al Sud delle Alpi dove, nel frattempo, è ufficialmente spuntata una prima antenna. Si trova sul Centro Breggia a Balerna, come attestato dalla mappa nazionale delle antenne di telefonia mobile.

Confermando alla RSI la rinuncia anticipata da TIO, la portavoce dell'ex regia federale Ivana Sambo, fa riferimento a "motivi di tempistica" legati alla licenza edilizia. D'altro canto ha però assicurato: "riusciremo comunque a fare le dimostrazioni previste a Locarno grazie all’antenna attivata a fine maggio in Via della Morettina". Si tratta di un impianto, il cui segnale arriva fino a Piazza Grande, che non figura ancora nel catasto online aggiornato dall'Ufficio federale delle comunicazioni. Così come non figura l'altro impianto 5G che Swisscom ha annunciato di aver messo in funzione a Grancia. A giorni ne sarà attivata una sull'USI. L'obiettivo è di estendere al 5G, 16 antenne esistenti entro fine anno.

L'obiettivo, a medio temine, è quello di avere a progetto ultimato un'ottantina di dispositivi installati su tutto il territorio cantonale.

 

Diem
Condividi