Onde senza confini in frontiera

Il sindaco dei borghi italiani vicini a Indemini racconta le difficoltà nel telefonare, con il segnale italiano debole e quello oltre confine troppo forte

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Gli abitanti delle frazioni dell'alta Val Veddasca (Varese) da ormai qualche mese hanno grossi problemi di segnale nell'utilizzare i loro telefoni cellulari.

I ripetitori telefonici di Indemini, infatti, secondo quanto affermato dal sindaco di Maccagno con Pino e Veddasca, Fabio Passera – irradiano il loro segnale fino alla valle italiana, obbligando di fatto gli utenti a chiamare in regime di roaming con la Svizzera perché “le tacche” italiane sono deboli. Nessuna accusa, Passera ha da sempre buoni rapporti con i colleghi ticinesi, ma certo sta diventando un problema per molti che, anche solo per rispondere al telefono o chiamare un figlio, un genitore a Luino, devono effettuare una chiamata internazionale oppure, operazione non sempre semplice per le persone anziani, disattivare la selezione di rete automatica dal cellulare.

Passera caldeggia un incontro bilaterale per discutere di possibili soluzioni e, nell'intervista video, tra il serio ed il faceto avanza qualche proposta.

sdr
Condividi