Immagine d'archivio (RescueMedia)

Paradiso: un indagato

Sotto inchiesta un collega dell’operaio morto venerdì. Lui si difende: “Ho seguito una prassi già in vigore”

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Gli inquirenti hanno chiarito la dinamica dell’infortunio che venerdì mattina, sul cantiere dell’ex Hotel Du Lac di Paradiso, è costato la vita a un operaio italiano di 54 anni, travolto dalla caduta di materiale di sgombero.

A gettarlo è stato un collega, che lo ha buttato dal sesto piano utilizzando il vano dell’ascensore. L’uomo, difeso dall’avvocata Camilla Battaglioni, è ora sotto inchiesta. Nei suoi confronti il procuratore pubblico Moreno Capella ipotizza i reati di omicidio colposo e violazione delle regole dell’arte edilizia.

A verbale il frontaliere ha dichiarato che, per vuotare le camere dell’ex albergo, il vano in questione veniva usato sin da prima del suo arrivo. Chi lo aveva deciso? Le norme di sicurezza erano state garantite? Le risposte spetteranno all’inchiesta, che potrebbe portare a ulteriori sviluppi.

Inchiesta mortale Paradiso

Inchiesta mortale Paradiso

Il Quotidiano di mercoledì 13.01.2021

 
Francesco Lepori
Condividi