La futura Bellinzona deve essere ideata in tempi brevi
La futura Bellinzona deve essere ideata in tempi brevi (©Ti-Press)

"Pensare la Bellinzona futura"

Per gli architetti del Seminario di progettazione la nuova capitale va concepita in tempi rapidi

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il Seminario internazionale di progettazione, giunto alla 23sima edizione ed in corso di svolgimento a Monte Carasso, è stata l’occasione per svariati architetti di lanciare un appello alle autorità del Bellinzonese affinché si lanci un concorso internazionale in vista della realizzazione della nuova Bellinzona.

Lo rimarcano giovedì i quotidiani ticinesi, rimarcando che proprio il completamento del masterplan per un nuovo “layout” della rinnovata capitale cantonale è il tema del seminario, ideato e diretto da Luigi Snozzi e a cui partecipano fino al 15 luglio una trentina di studenti provenienti da tutto il mondo.

L’architetto Stefano Moor, che segue gli accademici all’opera, spiega del resto che “la città del futuro va pensata oggi” e che le autorità politiche attuali e della futura città aggregata debbano attivarsi subito indicendo un concorso di progettazione su scala internazionale e generando così idee utili per una visione territoriale estesa tra Gorduno-Castione e il Piano di Magadino.

EnCa

Condividi