Un'immagine scattata in un campeggio di Melano (©Keystone)

Pernottamenti: Ticino da record

Il cantone nel 2021 è l'unica zona a registrare una crescita rispetto alla prima parte del 2019 (+27%)

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il settore alberghiero svizzero si è presentato in ripresa nel primo semestre, ma appare ancora lontano dai livelli pre-Covid. Il Ticino fa però discorso a sé, potendo mostrare numeri non solo in forte crescita, ma anche superiori a quelli del 2019.

 

L’aumento su base annua è infatti il più marcato delle 10 regioni (su un totale di 13), che mostrano una crescita (+173% a 1,2 milioni). Il Ticino è anche l’unica zona che mostra una crescita, pari al 27%, nel confronto con la prima parte del 2019.

I Grigioni invece segnano +6% a 2,2 milioni, ma sono ancora in perdita rispetto a 2,7 milioni del corrispondente periodo del 2020.

Stando ai dati diffusi oggi, mercoledì dall'Ufficio federale di statistica (UST) nel periodo gennaio-giugno nella Confederazione sono stati registrati 11,4 milioni di pernottamenti. Vi è stato un aumento del 14% rispetto allo stesso periodo del 2020, ma il dato è ancora ben lontano dai 18,8 milioni osservati nel primo semestre 2019: la flessione è del 39%.

Quest'anno il comparto è stato sostenuto dagli ospiti svizzeri (+55% a 9,2 milioni), in particolare a partire dal mese di marzo, mentre è crollata la domanda estera (-45% a 2,2 milioni).

Turismo in ripresa

Turismo in ripresa

TG 12:30 di mercoledì 04.08.2021

Semestre turistico da incorniciare

Semestre turistico da incorniciare

Il Quotidiano di mercoledì 04.08.2021

Svizzera, turismo in ripresa

Svizzera, turismo in ripresa

TG 20 di mercoledì 04.08.2021

ATS/SP
Condividi