Riaperta la Via del Piottino

Terminato il ripristino dopo il crollo del 2013 che ha portato alla luce l’antica strada urana nella gola tra Faido e Rodi

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La Via della Gola del Piottino è stata riaperta. Domenica si sono svolti i festeggiamenti per la conclusione degli interventi di ripristino dell’opera di importanza nazionale iniziati dopo il crollo del 4 maggio 2013. Un evento infausto che, a soli 10 anni dal recupero della strada storica, aveva cancellato una dozzina di metri del muro di sostegno della vecchia cantonale del 1920. Ma al contempo aveva riportato alla luce parte del selciato della cinquecentesca via urana realizzata nell'orrido scavato dal Ticino per superare il Monte Piottino.

Le precipitazioni del 2013 avevano fatto crollare il muro di sostegno alto 10 metri
Le precipitazioni del 2013 avevano fatto crollare il muro di sostegno alto 10 metri (@ProMediaLeventina)

Il progetto elaborato dalla Pro Media Leventina ha comportato un investimento di oltre un milione di franchi per recuperare, consolidare e valorizzare un pezzo dell’antica arteria della Leventina che ha assicurato i collegamenti attraverso il Passo del San Gottardo, fino alla realizzazione della carrozzabile ottocentesca. Il tratto (di proprietà della Degagna di Osco) supera i 300 metri di dislivello tra il Dazio Grande di Rodi e Faido con un percorso di 1,2 chilometri lungo il quale ci sono quattro postazioni interattive.

Riaperta la via storica del Piottino

Riaperta la via storica del Piottino

Il Quotidiano di domenica 26.05.2019

 
Diem
Condividi