Un fotomontaggio mostra le sembianze che avrà il parco eolico
Un fotomontaggio mostra le sembianze che avrà il parco eolico (Ti-press)

STAN, parco eolico indigesto

Il progetto, nonostante il suo ridimensionamento, non convince la società ticinese per l'arte e la natura

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il parco eolico sul San Gottardo risulta proprio indigesto alla società ticinese per l'arte e la natura (STAN). Nonostante l'Azienda elettrica ticinese (AET) abbia ridimensionato il progetto - le pale ora saranno 5 e non più 8 - e abbia assicurato di voler minimizzare l'impatto ambientale, la STAN ha infatti deciso di inoltrare ricorso. La notizia è giunta mercoledì, allo scadere del termine per presentare l'opposizione, con un comunicato rilasciato dalla stessa società. Il parco eolico aveva già dovuto superare due opposizioni nel 2014.

"Siamo molto dubbiosi sui risultati dell'esame di impatto ambientale, perché per gli uccelli migratori non è stata prevista nessuna misura. Si è infatti ritenuto esagerato fermare le pale al passaggio dei volatili o predisporre un sistema di avvistamento", ha spiegato il vicepresidente della STAN Benedetto Antonini.

C'è chi fa però notare che la Svizzera ha uno scarso 0.2% di produzione elettrica di origine eolica rispetto al 10% della media europea. La STAN replica precisando di non essere contraria all'eolico in sé: "Fin dall'inizio abbiamo suggerito altre ubicazioni che vanno altrettanto bene come, ad esempio, la località del lago Sella".

CSI/CaL

Dal Quotidiano:

STAN contro il Parco eolico

STAN contro il Parco eolico

Il Quotidiano di mercoledì 16.11.2016

Condividi