Tutti i colori del sacco
Tutti i colori del sacco (TiPress)

Sacco e... costi

Il Governo presenta la sua proiezione in vista del voto del 21 maggio: "Meno inquini, meno paghi"

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Le eventuali modifiche dovute ai risultati delle votazioni del prossimo 21 maggio, saranno marginali nei 49 comuni nei quali la tassa sul sacco è già in vigore. "I costi complessivi rimarranno invariati e il prezzo del sacco da 35 litri, che al momento costa 1,70 franchi, sarà uniformato tra 1,10 e 1,30 franchi", afferma oggi, giovedì, tramite un comunicato stampa, il Dipartimento del territorio.

Le stime della tassa base
Le stime della tassa base (Dipartimento del territorio)

Per alcune fasce di cittadini, come le persone a basso reddito, gli anziani e le famiglie con bambini piccoli, è inoltre previsto dalla legge che i Comuni potranno introdurre delle facilitazioni come, per esempio, la fornitura di alcuni sacchi gratuito.

Il principio di causalità (detto in parole povere "meno inquini, meno paghi") premierà i virtuosi e farà diminuire i costi di smaltimento. Lugano e Bioggio sono due esempi emblematici: il principio di causalità consentirà loro di diminuire il moltiplicatore d'imposta. Per la città sul Ceresio si stima inoltre un risparmio di circa 1,5 milioni annui.

MABO

Condividi