Ultime ore di preparativi (Archivio Keystone)

Si torna in pista

Diverse stazioni invernali grigionesi tra cui San Bernardino riaprono gli impianti - La stagione a Airolo, Cioss Prato e Bosco inizierà tra una settimana

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La stagione sugli sci entra nel vivo. Domani, sabato, torneranno in funzione gli impianti di risalita di numerosi stazioni invernali grigionesi, tra cui quelli in centro a paese a San Bernardino. Gli 80 centimetri di neve presenti hanno permesso di mettere in esercizio il baby-lift e il tappeto mobile Campana, quello per le slitte, ma si potrà anche praticare lo sci di fondo sulla pista Fornas. Un percorso di quasi 2 chilometri a disposizione degli appassionati di nordico del sud delle Alpi che va ad aggiungersi a quelli già praticabili a Campra dalla scorsa settimana.

Tra chi, nei Grigioni, ha deciso di dare avvio anticipatamente alla stagione approfittando delle nevicate anticipate, ci sono, per esempio, i gestori degli impianti di Davos, di Klosters e del Corvatsch. Apertura parziale anche ad Arosa, alla SkyArena Andermatt-Sedrun (unicamente lato Gemsstock), a Lenzerheide e Laax mentre altre delle maggiori destinazioni - come Savognin e St. Moritz Corviglia - aspetteranno ancora una o due settimane, alla pari di Splügen.

Ad Airolo si spala per preparare la stagione
Ad Airolo si spala per preparare la stagione (airolo.ch)

Le attività per dare il via alla stagione sono in pieno svolgimento anche nelle stazioni invernali ticinesi. Sabato 30 novembre 2019 apriranno Airolo-Pesciüm, Cioss Prato e Bosco Gurin dove da dicembre sarà agibile anche la nuova slittovia, attualmente al collaudo finale. Campo Blenio e il Nara annunciano invece l'apertura per il 7 dicembre e il sabato successivo si dovrebbe tornare in pista anche a Carì.

Diem/GS
Condividi