Palazzo di giustizia a Lugano
Palazzo di giustizia a Lugano (© Ti-Press)

Stupro, processo al via

Un 32enne alla sbarra: è accusato, da due donne, di violenza carnale e ripetuti atti sessuali con fanciulli

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

E’ accusato di ripetuta violenza carnale, coazione sessuale e ripetuti atti sessuali con fanciulli. Si è aperto giovedì a Lugano davanti alle Assise criminali, il processo nei confronti di un 32enne denunciato da due donne, una delle quali ha subito le violenze quando era ancora minorenne.

Il 32enne ammette in buona parte le ripetute violenze carnali nei confronti della prima vittima che aveva conosciuto quando entrambi erano collocati in un istituto per giovani: 6/8 episodi avvenuti tra il 2002 e il 2004 quando la vittima non aveva compiuto ancora i 16 anni. Lui ne aveva tre in più. Da qui l’accusa anche di ripetuti atti sessuali con fanciulli. L’imputato nega però la coazione sessuale, ovvero di aver forzato in un’occasione la giovane ad un atto sessuale. Contesta anche in toto di aver stuprato nel novembre 2012 l’allora compagna che lo aveva appena lasciato a motivo dell’atteggiamento ossessivo e possessivo dell’uomo.

Nel pomeriggio è stato sentito anche il  perito psichiatrico che ha diagnosticato al giovane un disturbo della personalità emotivamente instabile di tipo borderline, che gli permette comunque di capire in qualche misura il carattere illecito del suo agire. Secondo lo psichiatra, che ha stimato un grado da lieve a medio di scemata responsabilità, per l'uomo esiste un rischio elevato di recidiva ed è quindi necessario che segua ambulatorialmente delle misure terapeutiche. 

Un rapporto consenziente secondo l’imputato, smentito però dalla testimonianza della vittima anche davanti alla corte presieduta dal giudice Amos Pagnamenta alla quale la donna ha ribadito di aver subito la violenza sessuale. Venerdì la parola passerà all'accusa per la richiesta di pena e alla difesa. La sentenza dovrebbe giungere in giornata.

Darco Degrussa/redMM

Dal Quotidiano:

A processo per violenza carnale

A processo per violenza carnale

Il Quotidiano di giovedì 17.03.2016

Condividi