Immagine d'archivio (TiPress)

Tasse sulle due ruote, Zali dice no

Il consigliere di Stato boccia l'idea di far pagare il posteggio ai mezzi a due ruote

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

"Indubbiamente non vedo molto di buon occhio l'introduzione di tasse di parcheggio a carico dei mezzi a due ruote. Costituiscono un'alternativa importante da sempre, e in questo periodo ancora di più, all'utilizzo dell'autoveicolo per recarsi nei centri e contribuiscono a ridurre il traffico. Credo che questa misura vada un po' in là rispetto alla mia concezione di mobilità".

Lo ha dichiarato il consigliere di Stato Claudio Zali, riferendosi alla recente modifica dell'ordinanza federale che permetterebbe ai comuni di far pagare il posteggio a moto, scooter e biciclette elettriche.

Alcune città svizzere come Berna e Lucerna ci stanno pensando e potrebbero introdurre il contributo già a partire dal 2021. Lugano, come riferito negli scorsi giorni dal vicesindaco Michele Bertini, non ritiene che sia una misura applicabile in maniera generalizzata e comunque non a medio termine.

CSI/YR
Condividi