Tifosi dell'Ambrì prima di un derby del 2016 alla Resega
Tifosi dell'Ambrì prima di un derby del 2016 alla Resega ( © Ti-Press / Gabriele Putzu)

Tifoso biancoblù in manette

Dopo il derby un gruppo di sostenitori dell'Ambrì si è scagliato, con sassi e bottiglie, contro la polizia

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Non sono mancati gli scontri, venerdì sera, al termine del derby di hockey tra Lugano e Ambrì, vinto dai padroni di casa per 3-1. Nei pressi del cimitero alcune decine di sostenitori biancoblù hanno cominciato a lanciare sassi e bottiglie contro la polizia. Il tutto sotto gli occhi degli abitanti della zona, che dalle finestre di casa loro hanno assistito ai tafferugli.

Nessuno degli agenti è fortunatamente rimasto ferito. Per uno degli hooligan sono scattare le manette. Il giovane (domiciliato oltre San Gottardo) è stato portato alla centrale dei reparti mobili di Noranco, dove un gruppetto di compagni lo ha poi raggiunto aspettando, invano, che venisse rilasciato. La sua posizione è ora al vaglio degli inquirenti.

Francesco Lepori

In un comunicato, la polizia cantonale e il Ministero pubblico confermano la notizia e precisano che la persona fermata, identificata e arrestata è un 29enne svittese, rilasciato in giornata. Un'inchiesta penale è stata aperta nei confronti di chi ha partecipato ai tafferugli e sono in corso controlli per identificarne gli autori.

Scontri dopo il derby, un arresto

Scontri dopo il derby, un arresto

Il Quotidiano di sabato 04.11.2017

 

 
Condividi