Chiesto un incontro con l'Esecutivo ticinese (Ti-Press)

Torna il sereno sul Cardiocentro

Lettera congiunta della Fondazione e dell'Ente ospedaliero cantonale al Consiglio di Stato ticinese

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Dopo mesi di tensioni tra l'Ente ospedaliero cantonale (EOC) e la Fondazione Cardiocentro Ticino sul passaggio in mani pubbliche previsto per l'anno prossimo, giungono i primi segnali di distensione: negli scorsi giorni le due parti hanno inviato una lettera congiunta al Consiglio di Stato ticinese.

Nella missiva si chiede un incontro nelle prossime settimane con l'Esecutivo cantonale e l'EOC ha fatto sapere di voler ripartire con un dialogo costruttivo, in completa trasparenza e nell'interesse della sanità ticinese.

Nonostante questo passo avanti le discussioni restano in una fase delicata e bisognerà attendere i risultati dei futuri colloqui sul tema.

Segnali di distensione sul Cardiocentro

Segnali di distensione sul Cardiocentro

Il Quotidiano di giovedì 02.05.2019

 
Quotidiano/CSI/sf
Condividi