Il sogno olimpico
Il sogno olimpico (keystone)

Un sogno a spese di tutti

Alcuni Comuni sostengono la campagna per il “si” alla candidatura per le Olimpiadi invernali del 2026

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Flims, Laax e Vaz-Obervaz (Lenzerheide) hanno deciso di voler sostenere finanziariamente la campagna per il "si” per la candidatura retica per i giochi olimpici invernali del 2026. Almeno questi tre Comuni hanno deciso di accogliere la richiesta del comitato favorevole, che, con una lettera, ha chiesto appoggio ai Comuni grigionesi.

A SRF Jürg Michel, direttore dell’Unione arti e mestieri retica nonché responsabile della campagna del comitato pro-olimpiadi, ha evidenziato che l’invito è legittimo: “Con questa candidatura vogliamo un miglior sviluppo socio-economico in tutto il cantone. Per questo motivo reputiamo corretto chiedere di partecipare alla campagna. non solo a livello finanziario, ma anche per dire: sì anche noi vi sosteniamo".

Eppure non tutti sono d’accordo. Coira ha ad esempio deciso di non dare seguito all’invito. Inoltre c’è chi storce il naso perché in Gran Consiglio si era assicurato che non sarebbero stati usati fondi pubblici per la campagna. Al Quotidiano il presidente del Partito socialista retico Philipp Wilhelm sostiene che "è problematico e intollerabile investire soldi pubblici in una campagna che è parziale. In una democrazia ci sono sia i favorevoli, sia contrari”.

Da.Pa./Quotidiano

Dal Quotidiano:

Soldi pubblici per il "sì" alle Olimpiadi

Soldi pubblici per il "sì" alle Olimpiadi

Il Quotidiano di mercoledì 21.12.2016

Condividi