Alla SCC di Bellinzona la consegna si farà a gruppi di 3-4 classi (TI-Press)

Una maturità “ridotta”

Senza esami, ma anche con una cerimonia di consegna dei diplomi a più fasi per diluire gli studenti – Corsi di recupero in ripresa

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Sono pochissimi gli allievi di liceo e commercio che sosterranno gli esami di maturità in questo 2020 particolare. La possibilità viene infatti concessa dal Cantone unicamente a taluni allievi a rischio bocciatura per permetter loro di salvare l'anno. Il numero esatto non è stato fornito per -ci è stato detto- correttezza nei confronti degli alunni.

Nel frattempo gli istituti del medio-superiore stanno organizzando la cerimonia di consegna dei diplomi, in un momento dove sono ancora in vigore delle norme di igiene e protezione. Un esempio è la Scuola cantonale di commercio di Bellinzona, dove quest’anno terminano 14 quarte per un totale di circa 250 studenti.  

“La cerimonia di fine percorso ha sempre un forte significato e un’importante ritualità – spiega i microfoni della RSI il direttore Adriano Agustoni –, ma purtroppo quest’anno la formula organizzativa sarà un po’ condizionata dagli eventi che stiamo attraversando e dovremo quindi ripartirla in più fasi. Sarà comunque un momento significativo per gli studenti e sarà fatta in una forma più sobria: raggrupperemo gli studenti di 3-4 classi al massimo, così da poter avere un numero di persone coinvolte compatibile con le disposizioni e soprattutto con il mantenimento delle distanze di sicurezza”.

Agustoni precisa inoltre che in tempi normali la cerimonia vede presenti quasi mille persone fra allievi, famigliari, amici, docenti e autorità. Malgrado qualche comprensibile lamentela, il prossimo 25 giugno la consegna del diploma sarà in forma ristretta anche in questo senso: “Saranno coinvolti esclusivamente gli studenti e confidiamo nella comprensione di tutti.”

Corsi di recupero, qualcosa si muove

CSI 18.00 del 13.06.2020 - Il servizio di Giordano De Lucia
CSI 18.00 del 13.06.2020 - Il servizio di Giordano De Lucia

La cancellazione degli esami di maturità ha messo in grave difficoltà anche il settore dei corsi privati di recupero e sostegno agli alunni, con un calo delle richieste intorno all’80%. È però notizia di ieri che una trentina di scuole medie organizzeranno corsi di recupero nelle ultime due settimane delle vacanze estive. E anche per gli insegnanti privati, complici pure i timori dei genitori, l'estate porta previsioni più rosee con richieste per luglio e agosto sopra la norma.

CSI/dielle
Condividi