Martedì le macerie sono state coperte su ordine del ministero pubblico
Martedì le macerie sono state coperte su ordine del ministero pubblico (© Ti-Press / Alessandro Crinari)

Una perizia parziale non rileva amianto

La prima ispezione sulle macerie dell'ex Macello incaricata dal Municipio di Lugano non ha individuato materiali pericolosi

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Le prime analisi dei campioni prelevati dalle macerie dell'ex Macello "non hanno riscontrato né la presenza di amianto, né valori superiori ai limiti di PCB (policlorobifenili) e piombo". Lo comunica il Municipio di Lugano in una nota diffusa venerdì pomeriggio, precisando che si tratta di una perizia parziale effettuata lunedì scorso dalla da Econs SA su incarico della Città.

I campioni sotto esame provenivano da "materiali accessibili" e da "polveri prelevate su tutto il margine del cantiere e sui davanzali dell'edificio adiacente", si legge nel comunicato. "Poiché non si è potuta eseguire un’ispezione totale per l’impossibilità di accedere a tutti i materiali coinvolti dai lavori di demolizione, una perizia completa potrà essere eseguita solo nel contesto della rimozione delle macerie, in collaborazione con la SUVA", chiarisce il Municipio.

Sui detriti dell'ex Macello si attendono anche i risultati delle analisi ordinate dal ministero pubblico dopo l'apertura del procedimento penale anche a seguito della denuncia sporta dai Verdi per la demolizione dello stabile. In questo caso, le analisi sono state svolte dai servizi del Cantone.

Richieste di far luce sulla demolizione

Richieste di far luce sulla demolizione

Il Quotidiano di giovedì 03.06.2021

Nella notte tra sabato e domenica, una parte dell'ex Macello è stata demolita dopo lo sgombero degli autogestiti. L'area è stata posta sotto sequestro dal ministero pubblico e da mercoledì le macerie sono state ricoperte con dei teloni.

La perizia parziale: "Niente amianto al Macello"

La perizia parziale: "Niente amianto al Macello"

Il Quotidiano di venerdì 04.06.2021

 
eb
Condividi