Presentata mercoledì la prima rete di medici di famiglia per il Ticino (© Ti-Press / Alessandiro Crinari)

Una rete per contenere i costi

Un centinaio di medici di famiglia si unisce per costituire "mediX ticino"

Un comitato promotore, composto da 13 medici, ha costituito la prima rete di medici di famiglia in Ticino denominata "mediX ticino". Una risposta "concreta e tangibile alla necessità di contenimento dei costi sanitari mantenendo un’alta qualità della medicina di famiglia grazie ad un’offerta coordinata, innovativa", è stato detto durante la presentazione del progetto. Una realtà che sarà operativa dal 1° gennaio 2020 e alla quale hanno già aderito un centinaio di medici di famiglia da tutto il Cantone (su un totale di circa 350).

Le reti di medici sono una realtà fino ad oggi assente in Ticino ma ben conosciuta e consolidata in 18 cantoni elvetici. È risaputo e documentato il loro contributo ad una riduzione dei costi nella gestione del paziente (lo si stima fra il 15 e il 20%), oltre a incrementare la qualità grazie ad un miglior coordinamento dei processi di cura ed una formazione continua e specifica dei medici aderenti. La chiave è un rafforzamento della figura del medico di famiglia, che veste i panni del "regista" e contribuisce a evitare doppioni.

Il progetto è stato sin da subito pensato su scala cantonale, con coinvolgimento di tutti i distretti già nel comitato promotore e nei gruppi regionali, in modo da garantire una presenza capillare su tutto il territorio. Sono attualmente in corso le contrattazioni con i principali assicuratori malattia attivi nel Cantone che si stanno preparando ad offrire o hanno proposto in questi giorni un modello assicurativo “medico di famiglia" mediX ticino. Un modello che differisce dal modello di medico di famiglia che già conosciamo.

Swing/pon/CSI

Condividi