Un controllo a Giornico
Un controllo a Giornico (© Ti-Press)

Via libera all'Area TIR

Leuthard ha confermato che non ci sono più ostacoli all'apertura del centro di controllo del traffico pesante a Giornico

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

L'Area TIR di Giornico presto sarà realtà. Controlli mirati, azioni coordinate e apertura di un centro di controllo nel comune Leventinese per individuare autocarri truccati che inquinano più del dovuto: sono queste le misure che la Confederazione intende attuare per contrastare un fenomeno portato alla luce dalla stampa. Lo ha indicato lunedì la consigliera federale Doris Leuthard in risposta a domande formulate dai deputati ticinesi Fabio Regazzi, Marina Carobbio Guscetti e dall'obvaldese Karl Vogler.

Stando a un'inchiesta della SSR, il 20% dei camion stranieri che circolano in Svizzera sono truccati e inquinano molto più del dovuto. Da quando sono iniziati i controlli mirati, ha proseguito Leuthard, il centro di Erstfeld ne ha identificati una dozzina e altrettanti sono stati rilevati in altri posti di controllo.

L'Ufficio federale delle strade (USTRA) ha ordinato ai corpi di polizia stradale cantonale di svolgere anche verifiche specifiche, ha precisato Leuthard, aggiungendo inoltre che non ci sono più ostacoli all'apertura del centro di controllo del traffico pesante a Giornico.

ats/joe.p

Condividi