L'inchiesta è stata avviata dalla procuratrice Fiorenza Bergomi
L'inchiesta è stata avviata dalla procuratrice Fiorenza Bergomi (Ti-Press / Ti-Press / Ti-)

Inchiesta su servizi offerti a BancaStato

Concorrenza sleale e violazione del segreto commerciale e di fabbrica i reati ipotizzati dalla Procura nei confronti di una ditta ticinese

La Magistratura ticinese ha aperto un’inchiesta per concorrenza sleale e violazione del segreto commerciale e di fabbrica nei confronti della FaciliTi SA, società che ha ottenuto da BancaStato un mandato per servizi legati alla gestione tecnica e infrastrutturale degli immobili .

L’indagine è stata avviata dalla procuratrice pubblica Fiorenza Bergomi su denuncia della società ISS Facility Service di Zurigo e della sua succursale di Manno. Quest’ultima, legata dal 2008 alla banca del cantone da un contratto pluriennale per prestazioni di servizi, negli scorsi mesi si è vista disdire l’incarico per la fine del 2014. Il contratto sarebbe poi stato affidato alla FaciliTi SA, ditta con analoghe finalità operative e fondata da un ex dipendente della ISS.

Nello specifico le indagini dovranno ora verificare se e il responsabile dell'azienda che ha ottenuto il nuovo contratto non abbia usufruito di documenti e dati riservati attinti dal suo ex datore di lavoro, usati poi per presentare un'offerta migliore a BancaStato. Oggi, si legge nella nota, sono già avvenuti interrogatori e perquisizioni per accertare i fatti.

Red.MM-LudoC.


Condividi