Palais du cinema: la polizia si esercita
Palais du cinema: la polizia si esercita (keystone)

Cannes scaccia paura

Al via fra misure di sicurezza impressionanti la 69esima edizione del Festival del film

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il mondo del cinema prova ad esorcizzare la paura terrorismo nonostante gli allarmi. Mercoledì, alla cerimonia di apertura del 69esimo festival di Cannes, con Cafè Society di Woody Allen in  premiere mondiale, se possibile c'erano più star del solito quasi a darsi forza in massa per scacciare la psicosi senza mostrare almeno esteriormente di sentire la pressione.

E anche dentro il Palais du festival durante il galà non sono mancati i riferimenti all'incubo contemporaneo. Nel pomeriggio, i cecchini sul tetto in assetto antiterrorismo hanno sorvegliato dall'alto che la Montee des Marches, un'icona visiva mondiale di cinema e jet set, fosse splendente come al solito con tutte quelle decine e decine di fotografi in smoking a immortalare i protagonisti della serata.

Esercito e polizia a ogni angolo
Esercito e polizia a ogni angolo (keystone)

E nel galà, condotto da Laurent Lafitte, gli spezzoni in bianco e nero di film ambientati a Parigi hanno restituito al pubblico in platea e a quello televisivo in contemporanea mondiale il messaggio di una nazione e una città che nonostante gli attentati di novembre non vuole sentirsi in guerra come invece lo stato di emergenza, proclamato sei mesi fa dopo gli attentati del 13 novembre, attesta inevitabilmente.

 
Il festival di Cannes al via

Il festival di Cannes al via

TG 20 di mercoledì 11.05.2016

 

ANSA/Red.MM

Condividi