Grande vincitore del 2015 è ''Der Kreis'' (schweizerfilmpreis.ch)

Quartz 2015, trionfa Der Kreis

Premio come miglior film per la pellicola di Stefan Haupt; Electroboy il miglior documentario

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Tutto come previsto. Fin troppo, dirà qualcuno. Era previsto anche, a ben vedere, che Jean-Luc Godard (a cui è stato assegnato il Premio d’onore) avrebbe dato buca agli organizzatori, come fa sempre in queste occasioni. E così è stato.

Guarda il saluto di Jean-Luc Godard

Alla radio:

Alla radio:

Alla radio:

Alla radio:

In tv: Telegiornale

 

Per quanto riguarda i premi veri e propri, pochi erano pronti a pronosticare un vincitore diverso da Der Kreis nella categoria miglior film. Né il discontinuo Dora, né il fin troppo surreale Pause, né il coraggioso ma acerbo Chrieg, né il pacioccoso Bouboule sembravano aver le carte in regola per contrastarlo. In effetti su cinque nomination il flm di Stefan Haupt si porta a casa quattro "quarzi": gli altri per miglior attore (Sven Schelker), miglior attore non protagonista (Peter Jecklin) e migliore sceneggiatura.

Chrieg si consola con il premio per la fotografia, Pause, incentrato sulle alterne fortune di un duo rock, con quello per la musica. Notevole l’exploit di Electroboy: il "ritratto d’artista" firmato Marcel Gisler vince come miglior documentario e miglior montaggio. Gloria anche per Driften, con il premio a Sabine Timoteo, migliore attrice. Nel complesso un’edizione che parla come previsto molto schwiizerdütsch, poco francese e per niente italiano.

mz

Condividi