Case che respirano

Dragana Kojicic sta provando a diffondere in Serbia la costruzione di case di terra ecosostenibili

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Essere un architetto donna in un ambiente prettamente maschile non è facile. Se poi si prova a implementare una nuova tecnica di costruzione, diventa ancora più difficile. Lo sa bene Dragana Kojicic, architetto in Serbia, che sta provando a diffondere la tecnica delle case fatte con la terra. Una tecnica che ha imparato in Rwanda, con la quale ha costruito la sua casa, dove ora cerca di insegnarla durante gli atelier che organizza.

“All’inizio non è stato facile. Nessuno mi prendeva sul serio. Ci ho messo 10 anni a farmi riconoscere”, spiega Dragana, che vive a Mosorin (centro-sud).

Si tratta di una tecnica antica, che si sta ora riscoprendo e che ha diversi vantaggi: la terra è ecosostenibile, poiché è disponibile ovunque a piccoli prezzi e non necessita di trasporto. Ha inoltre proprietà termoregolatrici e assorbe l’umidità in eccesso presente nelle abitazioni.

afp/mrj

Condividi