La tessitrice degli Inca

I resti di una donna vissuta 600 anni hanno emozionato gli archeologi peruviani

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Lo scheletro è stato rinvenuto due anni fa a soli 40 cm di profondità durante i lavori alle tubature in una strada polverosa di Lima in Perù. Dopo studi approfonditi e la ricostruzione digitale del volto (che era stata interrotta a causa della pandemia), ora gli archeologi hanno rivelato al pubblico la scoperta.

I resti appartengono a una donna che apparentemente è deceduta per cause naturali. Aveva 20 anni, era alta 148 cm e le ossa di spalle e fianchi consumate sono segno che fosse una tessitrice, come molte altre donne di umili origini di quella zona in quell’epoca. Gli abiti e gli accessori con cui è stata sepolta hanno permesso di identificare il periodo risalente all’Impero Inca che fiorì fono all’arrivo degli spagnoli nel XVI secolo.

La scoperta emoziona gli archeologi perché aggiunge e conferma dei tasselli di storia e tradizione che nella regione di Lima ancora resistono, come la tecnica della tessitura.

PEK
Condividi